Studi e sviluppi clinici

A.I / Sintesi degli effetti epatoprotettori della fosfatidilcolina (costituente fisiologico delle membrane):
- Attività antiossidante;
- Attività antinfiammatoria;
- Attività anti-fibrosi;
- Attività anti-apoptosi;
- Ripristino dell'integrità strutturale e funzionale delle membrane.
A.2 / Citocromo P450 2E1: dalla steato-epatite alcolica (ASH ) alla steato-epatite non alcolica (NASH). (Lieber, Hepatol Res 2004) (revue)
A.3 / Attenuazione ad opera della fosfatidilcolina dell'apoptosi indotta dall'alcol sugli epatociti del fagato dei ratti. (Mi & al, Alcoholism : Clinical and Experimental Research 2000)

Modelli animali di malattie epatiche legate all'alcol:
A.4 / Proprietà anti-fibrosi in vivo: La fosfatidilcolina protegge contro la fibrosi e la cirrosi nei babbuini. (Lieber & al, Gastroenterology, 1994 & Hepatology 1990)

Modelli animali di attacchi esterni non alcolici al fegato:
A.5 / Proprietà anti-fibrosi in vivo: La fosfatidilcolina attenua la fibrosi epatica indotta dal tetracloruro di carbonio sui ratti e accelera la sua regressione.
(Ma & al, Journal of Hepatology 1996 & Journal of Hepatology 1997)

Protezione gastrica:
B / L'assunzione di fosfatidilcolina associata con l'aspirina riduce la tossicità indotta dall'aspirina sulla mucosa gastrica umana.
(Anand & al, Faculté de médecine Houston, The American Journal of Gastroenterology 1999)

Steatosi alcolica / non alcolica:
C.1 / Tentativi randomizzati controllati in doppio cieco sulla fosfatidilcolina contro placebo nella steatosi epatica legata alla nutrizione parenterale prolungata.
(Buchman & al, Service de gastroentérologie pédiatrique, Faculté de médecine UCLA Californie, Gastroenterology 1992)
C.2 / Effetti della fosfatidilcolina sulle modificazioni biologiche epatiche su pazienti affetti da steato-epatite alcolica.

(Knuchel & al, Faculté de Médecine d’Heidelberg, Die Medizinische Welt 1979)
C.3, 4, 5 / Effetti visibili tramite ecografia della fosfatidilcolina nel trattamento della steatosi epatica. (Horejsova M & al, Service de Médecine Interne, Hôpital de Prague, Cas Lek Cesk. 1994 / & autres abstracts)

Médicaments / Xénobiotiques hépato-toxiques :
D.1 / Effetti della fosfatidilcolina sull'epatotossicità medicamentosa: Esempio del trattamento contro la tubercolosi (Marpaung & al, Faculté de Médecine Nord-Sumatra, Therapiewoche 1988)
D.2 / Assunzione della fosfatidilcolina da parte di soggetti esposti a sostanze chimiche inquinanti industriali. (Shpagina & al, Russie, Ter Arkh 2004)
D.3 / Effetti positivi della fosfatidilcolina su pazienti affetti da steatosi epatica indotta da sostanze tossiche industriali. (Holoman & al, Faculté de Médecine de Bratislava, Bratisl Lek Listy 1998)

Epatite cronica virale B & C:
E.1 / Effetti della fosfatidilcolina nell'epatite B cronica attiva. (Ilic & al, Service des maladies infectieuses, Université clinique de Belgrade, Die Medizinische Welt 1991)
E.2 / La fosfatidilcolina e l'ìnterferone nei trattamenti dell'epatite cronica B e C: &Stuti multicentrici, randomizzati in doppio cieco contro placebo. (Niederau & al, Service de Gastroentérologie, Hôpital de Düsseldorf, Hepato-gastroenterology 1998)

Malattie epatiche legate all'alcol / Casi gravi:
F / Studio multicentrico "Veterans affairs":
1 - Influenza di equipe mediche / infermieri sui comportamenti alcolici,
2 - La fosfatidilcolina nella malattie epatica legata all'alcol. (Lieber & al, Faculté de médecine Mount Sinaï New York, Alcoholism : clinical and experimental research 2003)