Consigli NUTRIVITIS Hépatique

Qual è la durata ottimale del trattamento NUTRIVITIS Hépatique?

Nutrivitis Hépatique si basa su un principio nutritivo e fisiologico. Per questo il suoi effetti non sono immediati. La durata minima del trattamento è di 3 mesi. Certo, la durata del trattamento e gli eventuali cicli sono da valutare secondo i casi e le necessità individuali. Domandare consiglio al proprio medico o al proprio farmacista.

Cos'è un integratore alimentare?

Un integratore alimentare (detto anche supplemento nutrizionale), si propone di aumentare la disponibilità nell’organismo di alcune sostanze che normalmente si assumono con la comune dieta (ovvero sostanze nutritive, aminoacidi, vitamine, minerali, ecc ...). Un integratore alimentare non sostituisce una dieta varia e diversificata, né cure mediche, né un supporto terapeutico adeguato. Un integratore alimentare deve essere considerato come un coadiuvante da associare a un adeguato stile di vita e a trattamenti medici mirati. NUTRIVITIS Hépatique, come ogni integratore alimentare, in Italia non è rimborsato dall’assistenza sanitaria.

Consigli pratici per un buon assorbimento di NUTRIVITIS Hépatique

NUTRIVITIS Hépatique può essere assunto direttamente o mescolato con il cibo. È possibile mescolarlo con le vivande del pasto, zuppe, insalata, yogurt, compote e altro ancora. I fosfolipidi che compongono il prodotto hanno una consistenza precisa che deriva dalle loro proprietà psico-chimiche. Questi lipidi bipolari servono da emulsionanti, permettendo di unire l'acqua ai grassi. La fosfatidilcolina è insolubile in acqua e rimarrà in superficie. Non è quindi il modo migliore per ingerirla. Al contrario, è possibile ingerire il contenuto della bustina e dopo far seguire un bicchiere d'acqua o di succo di frutta. Si può scegliere liberamente le modalità per ingerirlo.

Perché la composizione di NUTRIVITIS Hépatique e di NUTRIVITIS Cholestérol sono identiche?

I nostri prodotti NUTRIVITIS Hépatique e NUTRIVITIS Cholestérol hanno una composizione rigorosamente identica. Il principio attivo - fosfatidilcolina - è in effetti adatto sia ai disordini epatici che all'eccesso di colesterolo in fase dietetica, alla stessa posologia di 1800mg. Abbiamo scelto di separare le diverse finalità in due prodotti distinti pensando che i pazienti possano ritrovarsi più facilmente con un prodotto mirato alla loro situazione personale. Questa scelta può in effetti sembrare sorprendente all'inizio. Questo potrebbe poi apparire una soluzione logica e razionale. In pratica, il prodotto NUTRIVITIS Cholestérol agisce sia sul fegato che sullo stomaco e il prodotto NUTRIVITIS Hépatique agisce anche per il colesterolo. È semplicemente inutile assumere due bustine (una di NUTRIVITIS Hépatique e una di NUTRIVITIS Cholestérol).

«Posso continuare ad assumere altri trattamenti?»

Certamente ed è fortemente sconsigliato il contrario! L’assunzione di NUTRIVITIS Hépatique non modifica in alcun modo la terapia medica prescritta dal proprio medico. È dunque imperativo continuare l'assunzione di ogni altro trattamento prescritto e attenersi scrupolosamente a tutte le indicazioni fornite dal medico, al quale occorre comunicare l'intenzione di assumere NUTRIVITIS Hépatique. Uno dei numerosi aspetti positivi della fosfatidilserina, grazie al suo principio nutritivo, è l'assenza di controindicazioni mediche e di interazioni conosciute con altri medicinali.

Indicazioni d'uso

Solo una dieta varia e diversificata assicura un buon equilibrio nutrizionale. Integratore alimentare riservato ad adulti e ragazzi di età superiore ai 15 anni. Non superare la dose giornaliera consigliata. Tenere fuori dalla portata dei bambini. Conservare al riparo dalla luce e in un luogo asciutto. Sconsigliato ai soggetti allergici alla soia (per i prodotti NUTRIVITIS) o ai crostacei e ai frutti di mare (per i prodotti Cartilamine, salvo Cartilamine Phyto), alle donne in gravidanza o allattamento. In caso di allergie, consultare il proprio medico o il farmacista. Prodotto di qualità farmaceutica conforme alle normative europee. Prodotto nell’Unione Europea.